IWP_200metri_1080x1920

«200 metri è la mia storia – dice il regista. È la storia di migliaia di palestinesi e,
sicuramente, le storie possono cambiare la vita. […] Qui, in Palestina, siamo abituati ad
adattarci a nuove situazioni, a fare come viene detto e a camuffare i nostri sentimenti. Ma
questo non dovrebbe essere più accettabile. La libertà di movimento è un diritto umano
fondamentale che appare come una favola in una realtà così brutale. Il protagonista
Mustafa ha obbedito alle regole, ha sopportato l'umiliazione e ha fatto come gli è stato
detto per garantirsi una piccola possibilità di stare con la sua famiglia, ma quando quelle
stesse regole che lo hanno alienato mettono in pericolo i suoi cari e il senso della paternità,
potrà ancora obbedire?».